I PROSSIMI INCONTRI CON L’ARTE

 

  • L’inganno nella luce. La Canestra di Caravaggio

    26 gennaio 2019 Milano, Pinacoteca Ambrosiana
  • Botticelli, Madonna col Bambino

    Di avorio e lacrime. Botticelli al Museo Poldi Pezzoli

    9 marzo 2019 Milano, Museo Poldi Pezzoli
  • Bernardino Luini e gli affreschi di San Maurizio

    Il racconto e il lusso. Luini e gli affreschi di San Maurizio

    30 marzo 2019 Milano, Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore

Arte Grand Tour è il nuovo progetto culturale di Cose Belle d’Italia nato con l’intento di far rivivere e conoscere l’arte italiana attraverso veri e propri momenti di immersione nelle opere che hanno segnato la storia del nostro Paese.
Attraverso un approccio inedito, Arte Grand Tour si propone di raccontare l’eredità immensa del nostro patrimonio artistico, attraverso una formula unica di incontri con i capolavori dell’arte italiana.
Grazie alle parole di esperti storici dell’arte e alla presenza dell’opera di volta in volta selezionata, il racconto di Arte Grand Tour indaga elementi di stile e significati, approfondendo i legami possibili con i mondi confinanti della letteratura, della musica e del pensiero.
Il format prevede una conversazione introduttiva dedicata a esplorare la ricerca artistica dell’autore e il suo retroterra figurativo, grazie anche a supporto di strumenti multimediali. Ripercorrere la vita di un artista, comprendere le sollecitazioni che stimolarono la realizzazione di un capolavoro, interpretare il significato dell’opera: sono tutti elementi imprescindibili per cogliere il valore del quadro nella sua interezza. Successivamente, davanti al dipinto, si entra nei dettagli dell’opera, dando vita a una vera e propria immersione conoscitiva.

Sara Ricotta Voza

La Stampa

“Quel che è successo col cibo sta accadendo all’arte, il fast è una calamità a volte necessaria, lo slow è un lusso da concedersi più spesso. … Arte Grand Tour è dedicato a chi desidera “gustarsi” un capolavoro senza sgomitare per avvicinarsi o doverne sentire la storia scomodamente in piedi con giacca e zaino in mano.”