Home / Eventi / Lombardia / L’inganno nella luce. La Canestra di Caravaggio

L’inganno nella luce. La Canestra di Caravaggio

26 gennaio 2019 Milano, Pinacoteca Ambrosiana
0 out of 5
POSTI ESAURITI

Canestra di frutta, 1594-1598, di Michelangelo Merisi da Caravaggio (1571-1610), olio su tela, 62×47 cm, inv 151.
© Veneranda Biblioteca Ambrosiana/Mauro Ranzani/Mondadori Portfolio

COD: EVT-inganno-luce
Per gruppi numerosi di persone ed esigenze particolari contattateci al numero 02 87371 o via e-mail:comunicazione@artegrandtour.it
L’inganno nella luce. La Canestra di Caravaggio Ripercorrere la vita di un artista, comprendere le sollecitazioni che stimolarono la realizzazione di un capolavoro, osservare la pelle dell’opera nei suoi microsolchi e interpretarne il significato: il percorso che Arte Grand Tour propone intorno alla Canestra di frutta è un’esperienza unica e intensa, dedicata a tutti coloro che guardano con curiosità al mondo dell’arte. Affidata a due storici dell’arteEleonora Onghi e Luca Vivona – la ricognizione intorno alla Canestra di frutta prende corpo in un percorso articolato e immersivo, che invita a cogliere la densità di un’opera d’arte e del tempo che la generò. L’evento Arte Grand Tour prenderà le mosse con una conversazione introduttiva dedicata ai temi portanti nella ricerca artistica nell’ultimo quarto del Cinquecento. Davanti a una tazzina di caffè, assaporando qualche pasticcino, verrà ripercorsa – anche attraverso supporti multimediali – la risposta fornita da pittori settentrionali come i Carracci alla crisi figurativa del Cinquecento, e verrà gettato uno sguardo al retroterra figurativo di Caravaggio, decisivo per determinare gli indirizzi espressivi dell’artista. Completata l’introduzione, indispensabile a comprendere l’opera, la conversazione d’arte si trasferirà all’interno della Pinacoteca Ambrosiana. Qui, davanti alla presenza viva del dipinto, verrà messa a nudo l’impaginazione della Canestra, la sua distanza rispetto alla tradizione precedente nel campo della pittura di frutti e il significato eccezionale e rivoluzionario della soluzione figurativa scelta da Caravaggio. A chiusura della conversazione, ogni partecipante riceverà un esclusivo quaderno che riporta un testo raro e fondamentale per la teoria artistica in Europa.

I NOSTRI ESPERTI

Eleonora Onghi Storico dell’arte e critico. Si è laureata a Bologna in Lettere Moderne, con una tesi dedicata al Grand Tour dei pittori di paesaggio inglesi alla fine del Settecento. Ha conseguito il diploma di specializzazione in storia dell’arte e successivamente il dottorato di ricerca presso l’Università di Siena, focalizzando i propri studi sulla Maniera tosco-romana, sul…

Luca Vivona Storico dell’arte, attore e regista teatrale. Si è laureato in Filosofia presso l’Università degli Studi Siena, dove ha conseguito il Dottorato di Ricerca “Logos e rappresentazione. Studi interdisciplinari di Letteratura, Estetica, Arti e Spettacolo. Sezione: Innovazione e tradizione. Eredità dell’Antico nel Moderno e nel Contemporaneo”. Sempre presso l’ateneo senese, ha collaborato con la cattedra Estetica…